Elicriso, un fiore immortale, tante proprietà

Elicriso, un fiore immortale, tante proprietà

In questa stagione il fiore dell’elicriso, nella varietà dell’ helichrysum italicum inizia a colorare le spiagge della nostra penisola. In questa fase 2 dell’emergenza Coronavirus, in cui possiamo uscire di casa un po’ di più, già la vista dell’elicriso che colora la spiagge della Versilia qui vicina, ci fa sentire che l’estate è alle porte. L’infiorescenza gialla dell’elicriso colora a chiazze il litorale, appena prima che la costa diventi sabbia o scogliera. L’elicriso marino (così detto proprio perché cresce vicino al mare) è un fiore dalle molteplici priorità. Appartiene alla famiglia delle Asteraceae, semplice e spontaneo racconta dell’immediatezza del mare, fiorisce da aprile-maggio (a seconda delle zone di Italia) e continua fino all’arrivo dell’autunno.

Caratteristica dell’elicriso, singolare tra i fiori, è mantenere il suo colore anche da appassito: infatti è conosciuto nella tradizione popolare come “perpetuino” o “immortale” perché è un fiore che non muore mai. Il colore giallo dell’elicriso rimane “vivo” anche quando il fiore secca, tanto che viene spesso usato per creare ghirlande di fiori o composizioni di fiori secchi che siano di buon auspicio.

L’etimologia di Elicriso arriva dal greco: “Helios” (sole) e da “Chrysos” (oro) proprio per il colore intenso della infiorescenza. Ma le particolarità dell’elicriso sono tante, sapevate che il suo profumo ricorda tantissimo quello della liquirizia? È conosciuto anche come “elicriso liquirizia” ed in cucina viene utilizzato per aromatizzare liquori o per fare delle tisane, mettendo in infusione la polvere dei fiori secchi sminuzzati.

In cosmetica l’elicriso viene utilizzato per le sue proprietà lenitive, allevia i rossori e le scottature della pelle tant’è che viene spesso impiegato in cosmetici lenitivi doposole per la capacità di lenire il bruciore e prurito della pelle causato da un’eccessiva e non protetta esposizione al sole.

Noi ci siamo innamorati del fiore dell’elicriso tanto da usarlo nella nostra linea Salis e nell’ultima collezione de La via del Profumo, con una fragranza a lui dedicata: Elicriso Marino. Che dite, siete anche voi del #teamelicriso?