Loading the content... Loading depends on your connection speed!

GQ.com | Il Bicchiere Di_Verso. Intervista a Egisto Bertozzi. Erbario Toscano

Siamo finalmente a parlare con la mente di Erbario Toscano, dopo aver lasciato la parola ai suoi prodotti ora tocca a lui: Egisto Bertozzi, direttore creativo classe ’79, ha intrapreso giovanissimo la strada dell’imprenditore self made. Porta nel suo dna di esteta e amante della natura anche il fuoco dell’ariete, segno zodiacale che lo caratterizza nella determinazione di perseguire i propri obiettivi. Ama i buoni piatti, da mangiare, ma soprattutto da preparare agli amici. La passione per il viaggio diventa sempre più spesso fonte di ispirazione per le sue creazioni cosmetiche: classiche e contemporaneamente all’avanguardia.
Siamo riusciti a intervistarlo, nonostante la mole di lavoro che lo sovrastava e con piacere vi proponiamo la nostra chiacchierata.
Buona scelta
IBD
ilbicchierediverso@gmail.com
Come nasce Erbario Toscano? Da quale esigenza?
Erbario Toscano nasce nel 1967 grazie all’intuizione geniale di mio padre Guido, fondatore dell’impresa e originale anima creativa del progetto. Dopo un’esperienza di tirocinio in un antico laboratorio artigianale, durante una vacanza all’Isola D’Elba, acceso da un desiderio prima di tutto personale – dare una forma tangibile a quei profumi della campagna toscana che aveva conosciuto da ragazzo – realizzò il progetto Erbario Toscano realizzando dapprima delle collezioni di decorazioni in fiori secchi e potpourri e dedicandosi poi alla creazione di saponi vegetali a taglio, fino a progettare una vasta gamma di prodotti per la cura del corpo, che io sto tentando di portare a pieno compimento con le attuali linee Erbario Toscano.
Come sono stati i primi passi in questo mondo in cui tutti dicono di seguire natura e bellezza?
Sicuramente non facili, soprattutto perché sono entrato in azienda a soli 22 anni e mi sono dovuto scontrare con un mercato molto difficile e competitivo. Ad ogni modo, il lato del carattere che più mi contraddistingue è senza dubbio la tenacia e in 11 anni di duro lavoro, oggi posso ritenermi soddisfatto del risultato ottenuto. La strada per raggiungere il sogno è ancora lunga, ma non demordo.
Come vengono selezionate le materie prime?
Erbario Toscano sceglie i suoi laboratori partners condividendo e ritrovando in questi una filosofia di lavoro che si riconosca nei valori di creatività e innovazione propri della tradizione italiana erboristico-cosmetologica.
Le formule scaturiscono da una selezione rigorosa delle materie prime, privilegiando i principi attivi vegetali combinati con sostanze funzionali biotecnologiche di ultima generazione che danno origine a trattamenti efficaci e assolutamente all’avanguardia.
Valutiamo, inoltre, le caratteristiche tecniche e di sicurezza e soprattutto i test di efficacia di ogni singolo componente per creare sinergie che ne potenzino l’azione e gli effetti.
Formule efficaci e specifiche, fragranze indimenticabili e textures ultra confortevoli sono le caratteristiche chiave del beauty concept di Erbario Toscano.
Che tipo di ricerca svolge prima di realizzare un Suo prodotto?
Non c’è una regola precisa, ma senz’altro il processo di creazione di un nuovo cosmetico differisce totalmente da quella di un profumo.
Nel caso della realizzazione di un cosmetico l’elemento fondamentale è senza dubbio il raggiungimento di una valida formula, realizzata tenendo sempre presente il grado di performance e mantenendo il più possibile la naturalità delle materie prime.
Per i profumi, invece, l’elemento fondamentale della ricerca è quello di trovare la miscela perfetta che è composta da diverse note profumate che unite tra loro formano il profumo. È proprio qua che entriamo nel mondo fantastico e sconosciuto ai più della figura del “Naso”, l’artista che, come meglio crede, unisce note di fiori, frutti, spezie, resine, foglie, erbe, muschi, bacche e radici, dando vita a quello che sarà poi la fragranza finale.
Sia per i cosmetici che per i profumi la scelta del packaging è fondamentale e viene scrupolosamente eseguita tramite un’attenta ricerca fra le migliori fiere di settore, personalizzando ogni involucro e contenitore e scegliendo carte riciclate e plastiche biodegradabili. Tutto per rendere ogni prodotto unico e riconoscibile.
Per concludere si sceglie un nome che identifichi al massimo le caratteristiche del prodotto.
Cosa rappresenta la natura per Lei?
Ogni profumazione, ogni essenza e ogni rimando emozionale che cerchiamo di trasportare nei nostri prodotti viene dalla natura, per cui direi che possa essere considerata la fonte di ispirazione più concreta.
Quanto la si dimentica quando si ricerca la bellezza?
Essendo per noi la massima fonte di ispirazione e il leitmotiv principale dell’azienda si cerca di rimanere il più fedeli possibili alla causa, certificando ogni prodotto e realizzando, da quando ci è possibile, soltanto linee biologiche. Stiamo, inoltre, effettuando il restyling di tutte le formule realizzate precedentemente all’avvento del biologico, che abbiamo sposato sin dagli albori.
Cosa resta dell’arte Speziale e cosa ne sarà?
Da buon Toscano penso che l’arte Speziale non sia assolutamente da dimenticare o sottovalutare visto e considerato che per anni è stata una delle maggiori corporazioni dei mestieri fiorentini; le erbe officinali sono ancora oggi fonte di ispirazione sia per i profumi sia per la cosmesi.
Sono convinto che la base di questo fantastico lavoro rimarrà per sempre, ma anche che le scoperte scientifiche e tecnologiche perfezioneranno molti preparati di uso comune.
Unico rimpianto, quello di non aver vissuto gli anni in cui nelle piccole botteghe rionali si potevano acquistare essenze, polveri minerali, erbe essiccate, pepe, senape, zafferano e spezie di ogni tipo, riposte e conservate in barattoli di vetro o di coccio.
Cosa vuole raccontare alle persone attraverso i Suoi prodotti?
L’obiettivo primario è quello regalare a chi sceglie Erbario Toscano un momento tutto suo, fatto di quiete e di benessere, fuori dai ritmi dettati dalla società di oggi, frenetici e sempre in corsa. Quando creiamo un prodotto ci mettiamo l’anima e speriamo sempre che il prodotto stesso diventi la proiezione di quest’anima.
Chi trova Erbario Toscano trova…
Una nuova interpretazione del concetto di benessere trasformato in stile di vita.

di Alex Pietrogiacomi
Vai al sito

Lascia un commento

Mobile version: Enabled