Toscana e cucina: 3 ricette facili estive

Toscana e cucina: 3 ricette facili estive

Se passate le vacanze di Toscana o semplicemente volete scoprire i sapori della cucina toscana, vogliamo darvi qualche consiglio per mettere in tavola una cucina semplice, di tradizione toscana, ricca di sapori e soprattutto…profumi!  Ecco 3 ricette facili estive per mangiare con gusto toscano, meglio se nel fresco riparo di una pineta o all’ombra del vostro salotto, ciò che conta sarà nel piatto!

Panzanella toscana

Un piatto forte sulle tavole estive, che affonda nella tradizione contadina toscana. La panzanella è un piatto povero, “di recupero” il cui ingrediente principale è il pane raffermo (meglio se il pane toscano senza sale, ma andrà bene quello che avete) e non necessita di cottura, per cui è una ricetta molto semplice ed altrettanto fresca per l’estate! Gli ingredienti della panzanella sono: pane raffermo, pomodori, cetrioli, cipolla rossa, il basilico, sale, pepe, aceto e olio. Affettare il pane e metterlo in una ciotola, versare acqua e aceto quel tanto che basta per inumidirlo, lasciarlo in ammollo il tempo necessario per ammorbidirlo quindi strizzarlo e sbriciolarlo con le mani in un’altra ciotola. Aggiungere gli ortaggi freschi tagliati a pezzetti, condire con olio extravergine d’oliva e sale a piacimento e non dimenticate di profumare con basilico spezzettato. Ovviamente in ogni comune c’è una variante locale rispetto alla panzanella tradizionale toscana, chi aggiunge pesce o tonno sottolio (come nella Versilia), chi conserve sottaceto e così via. Il resto lo fa la vostra fantasia!

Pappa al pomodoro

Anche la pappa al pomodoro è un piatto povero della cucina toscana a base di pane raffermo ma a differenza della panzanella necessita di cottura. Non temete, la pappa al pomodoro è ottima anche mangiata fredda per combattere il caldo estivo, basterà tenerla in frigo e consumarla a temperatura ambiente!
La pappa al pomodoro è una zuppa di pane cotto nell’acqua (o brodo) e condita con olio extravergine d’oliva, aglio, salsa di pomodoro fresco e basilico. Fate un soffritto leggero con la cipolla tritata e uno spicchio d’aglio assieme a due cucchiai di olio extravergine d’oliva, nel frattempo tuffate i pomodori lavati in acqua bollente, scolateli, pelateli e privateli dei semi, quindi spezzettateli e aggiungeteli al soffritto (in alternativa potete usare dei pomodori pelati!). Fate cuocere per 15 min. circa a fuoco medio, poi aggiungete il pane spezzettato grossolanamente e foglie di basilico fresco, mescolate e condite con sale e pepe. Infine unite 1 litro di acqua bollente (o brodo se lo avete) e continuate a cuocere fino a far diventare una zuppa omogenea e cremosa.

Prosciutto e melone (o “popone”)

Qui i fornelli della cucina li salutate gioiosi come una principessa in visita diplomatica: la cucina toscana ha nella sua tradizione estiva il prosciutto e melone (in quasi tutta la Toscana chiamato “popone”) che accompagna da sempre pranzi e cene estive. Si può mangiare come antipasto o piatto unico, magari accompagnato da una semplice insalata. Il prosciutto deve essere rigorosamente crudo: un ottimo prosciutto toscano, leggermente salato bilancerà la dolcezza del melone, ma è indicato anche un prosciutto crudo dolce, tipo Parma o San Daniele, scegliete a seconda del vostro gusto. Per i vegetariani una valida alternativa è al classico prosciutto e melone è sostituire il prosciutto con la feta, il tradizionale formaggio greco che con la sua sapidità compenserà la dolcezza del frutto.